6 Nazioni: Italia, ecco il XV anti-inglesi

Conor O’Shea ha annunciato la formazione che esordirà domenica nel Torneo sfidando i campioni in carica. Minozzi e Giammarioli titolari con Zanni.

Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che domenica 4 febbraio alle ore 16 affronterà l’Inghilterra allo Stadio Olimpico di Roma nella prima giornata del NatWest 6 Nazioni 2018. L’incontro sarà trasmesso in diretta da DMAX, canale numero 52, a partire dalle ore 15.15 e sarà contestualmente visibile sull’app ufficiale della FIR per iOS e Android, sul sito della Federazione e tramite la piattaforma di Discovery Italia, DPlay. La telecronaca sarà affidata ad Antonio Raimondi, con commento tecnico a cura di Vittorio Munari.

E’ un’Italia giovane, quella che il tecnico irlandese, al suo secondo Torneo sulla panchina azzurra, manda in campo contro i Campioni in carica davanti agli oltre sessantamila spettatori dell’Olimpico, ma la cui ossatura O’Shea conferma dal trittico autunnale contro Fiji, Argentina e Sudafrica, anche se ben sette dei titolari sono alla prima apparizione nel 6 Nazioni.

Minozzi e Giammarioli titolari

Con l’estremo Minozzi, la coppia di centri Boni/Castello, i due giovani flanker Giammarioli e Negri, il seconda linea Budd ed il pilone Ferrari al debutto nel Torneo – ma tutti reduci da almeno un’apparizione in autunno – la principale novità nel XV azzurro è costituita da Alessandro Zanni, il veterano della Benetton Rugby che, dopo 99 presenze in Nazionale e due anni di assenza per infortunio, ritrova la maglia dell’Italia nell’inedita posizione di seconda linea diventando il settimo giocatore nella storia del rugby italiano a tagliare il traguardo dei cento caps.

Rientra dal primo minuto all’ala Tommaso Benvenuti, rimasto ai margini del gruppo in novembre ed ora chiamato a far coppia con Mattia Bellini – a sua volta al rientro nel 6 Nazioni a quasi due anni dalla sua ultima apparizione nel Torneo – mentre in cabina di regia O’Shea conferma il mediano di mischia Marcello Violi ma punta, all’apertura, su Tommaso Allan, infortunato in autunno. In prima linea, insieme a Ferrari sul lato destro, il veterano Leonardo Ghiraldini – alla novantesima partita – riconquista la maglia da titolare dopo aver agito in novembre come impact player, mentre Andrea Lovotti è confermato con la divisa numero 1.

La panchina

In panchina vanno il tallonatore Bigi, i piloni Quaglio e Pasquali, il seconda linea Biagi, il flanker Mbandà, la mediana alternativa composta da Gori e Canna e l’utility back Jayden Hayward. Il XV titolare presenta una media di 31 apparizioni internazionali e un’età media di 26 anni, mentre il peso del pacchetto di mischia azzurro è di poco superiore agli 870kg. La sfida di domenica segna il ventiquattresimo scontro diretto in test-match tra l’Italia e l’Inghilterra, con il XV della Rosa sempre vittorioso nei precedenti disputati. Dirige il francese Mathieu Raynal, alla prima volta con l’Italia.

ITALIA

15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini, 10 Tommaso Allan, 9 Marcello Violi, 8 Sergio Parisse, 7 Renato Giammarioli, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Luca Bigi, 17 Nicola Quaglio, 18 Tiziano Pasquali, 19 George Biagi, 20 Maxime Mbandà, 21 Edoardo Gori, 22 Carlo Canna, 23 Jayden Hayward

Foto – Giuseppe Fama

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

7 commenti su “6 Nazioni: Italia, ecco il XV anti-inglesi

  1. Senza dubbio non si tira indietro nel rischiare COS, Minozzi, Giammarioli, Negri…3 scelte non scontate ed interessanti.
    Allan mi sorprende ma ne sono contento, io vado controcorrente sul Canna-Allan penmsiero e preferisco il giocatore di Treviso a quello delle Zebre.
    I centri son quelli con Morisi-Campagnaro fuori, poco da dire.
    Seconde linee che saranno molto valide per la spinta in mischia ma secondo me sul piano dei lienouts qualcosa lo lasciano. Prima linea quella attesa e che col supporto di Budd-Zanni dietro potra’ fare bene in mischia ordinata contro un avversario senza dubbio valido.

  2. XV per niente scontato.
    Scelte interessanti, alcune coraggiose altre sorprendenti.
    Guardando la panca ci sono cambi di qualità che dovrebbero garantire una buona rotazione.
    Fiducia in Cos.
    Forza Ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *