6 Nazioni: Francia, il primo XV di Brunel

Il tecnico transalpino ha annunciato la formazione che sabato affronterà l’Irlanda a Parigi.

Inizia con due esordienti l’avventura di Jacques Brunel sulla panchina della Francia. Per l’esordio nel NatWest 6 Nazioni 2018 contro l’Irlanda, infatti, l’ex ct azzurro ha scelto il 19enne Matthieu Jalibert come mediano d’apertura, mentre l’altro ‘uncapped’ è Geoffrey Palis a estremo. A fare coppia con l’apertura del Bordeaux (squadra allenata fino a poche settimane fa da Brunel) ci sarà il più esperto Maxime Machenaud, mentre nel triangolo allargato con Palis ci saranno Teddy Thomas e Virimi Vakatawa.

Il pack, invece, è guidato da capitan Guilhem Guirado, che in prima linea sarà affiancato da Rabah Slimani e Jefferson Poirot, con Sébastien Vahaamahina e Arthur Iturria in seconda linea. La terza linea, invece, è composta dal numero 8 Kevin Gourdon con Yacouba Camara e Wenceslas Lauret. Altri quattro esordienti in panchina: i piloni Dany Priso e Cedate Gomes Sa, il tallontatore Adrien Pelissié e la terza linea Marco Tauleigne.

FRANCIA

15 Geoffrey Palis, 14 Teddy Thomas, 13 Rémi Lamerat, 12 Henry Chavancy, 11 Virimi Vakatawa, 10 Matthieu Jalibert, 9 Maxime Machenaud, 8 Kevin Gourdon, 7 Yacouba Camara, 6 Wenceslas Lauret, 5 Sébastien Vahaamahina, 4 Arthur Iturria, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado, 1 Jefferson Poirot
In panchina: 16 Adrien Pelissié, 17 Dany Priso, 18 Cedate Gomes Sa, 19 Paul Gabrillagues, 20 Marco Tauleigne, 21 Antoine Dupont, 22 Anthony Belleau, 23 Benjamin Fall

Foto – Instagram/ffrugby

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

2 commenti su “6 Nazioni: Francia, il primo XV di Brunel

  1. Leggo questa formazione che per e’ conferma che la qualita’ oggi non e’ quella di anni fa.
    A parte la rpima linea assolutamente competitiva e Camara e Lamerat che secondo me son gran bei giocatori il resto per me non e’ una Francia di alto livello…la panchina poi mostra un limite di profondita’ qualitativa importante.

    Allo stesso tempo pero’ so che l’Irlanda a PArigi non va mai con la testa sicura, e penso sempre che questa Francia una sorpresa possa farla, sara’ una partita difficile e dovremo stare attenti.

  2. fiducia da subito al giovane Jalibert, Brunel lo conosce bene ed evidentemente si fida del ragazzo. Per il resto formazione preventivabile viste le varie assenze. Son proprio curioso di vedere cosa riusciranno a fare…un occhio particolare a Priso, la versione più snella e dinamica di Atonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *