6 Nazioni: Castello “Importante l’attenzione sul fitness”

Al raduno dell’Italia hanno parlato il capitano delle Zebre e Tommaso Allan. Ecco le loro parole.

Secondo giorno di lavoro sul campo ieri per la Nazionale Italiana Rugby al CPO Giulio Onsesti di Roma. Dopo il lancio italiano del NatWest 6 Nazioni 2018, gli azzurri hanno svolto una nuova sessione di allenamento sul campo dell’impianto romano in vista della prima partita del torneo contro i campioni in carica dell’Inghilterra – in calendario domenica 4 febbraio alle 16- match che sarà trasmesso in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Castello: “Dobbiamo sempre dare il 100%”

“E’ una grande emozione essere qui – ha dichiarato Tommaso Castello nell’incontro con la stampa a margine della seduta di allenamento –. Due anni fa ho fatto parte del gruppo senza mai scendere in campo al 6 Nazioni. Credo sia il sogno di ogni rugbista poter rappresentare la propria Nazionale in questo torneo. L’importante è restare sempre concentrati partita dopo partita”.

“L’arrivo di Pete Atkinson – continua il capitano delle Zebre – è sintomo della direzione importante che ha intrapreso la FIR. L’attenzione sul fitness, aspetto su cui lo staff azzurro conta molto, insieme al miglioramento delle strutture messe a nostra disposizione, ci permette di lavorare al meglio e di migliorarci costantemente. E’ chiaro che la parte finale spetta a noi che dobbiamo dare sempre il 100% per rendere al meglio. Il lavoro che stanno svolgendo le franchigie è evidente. Zebre e Benetton hanno una interpretazione del gioco leggermente diversa, è normale, ma la sinergia con la Nazionale è alla base di tutto” conclude il centro azzurro.

Allan: “Il piano di gioco è valido”

Rientra nel gruppo dell’Italrugby Tommaso Allan, assente ai test match di Novembre: “E’ vero, la competizione è aumentata. Ma questo è uno dei tanti aspetti per migliorare la squadra. Ogni giocatore lotta per ottenere il posto da titolare, è normale. La squadra ha aumentato la profondità in vari ruoli”.

“Le statistiche degli scorsi test match non giocano a nostro sfavore. Ci manca quell’1% e un pizzico di concretezza in più per segnare più punti. Il nostro piano di gioco è più che valido: sta a noi attuarlo nel modo migliore. Brunel alla Francia? Ho esordito con lui in Nazionale e sicuramente il ricordo è positivo. Sarà strano incontrarlo da avversari. E’ un buon allenatore e farà bene con loro” conclude Allan. Nella giornata di giovedì saranno ufficializzati i convocati per le prime due partite del NatWest 6 Nazioni contro Inghilterra e Irlanda.

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

3 commenti su “6 Nazioni: Castello “Importante l’attenzione sul fitness”

  1. Giovedì verranno ufficializzati i convocati per le prime due partite ?
    Bene.
    Io spero che O’Shea preferisca McKinley ad Allan come riserva del mio pupillo, ora inamovibile, Canna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *