Champions Cup: la Francia comanda in Europa

Si è conclusa ieri la fase a gironi della Champions Cup. Ecco chi va ai playoff.

Quattro francesi, due irlandesi, una gallese e una sola inglese. E’ questa la sentenza della Champions Cup dopo l’ultimo weekend di fase a gironi che vede crollare e venir eliminato l’Ulster nella domenica delle sentenze definitive. La domenica dove La Rochelle si impone sugli Harlequins e strappa il primo posto nella pool 1, mentre i Wasps fermano nettamente l’Ulster e, di fatto, regalano ai Saracens il biglietto per i quarti di finale.

I Sarries sono, come detto, l’unica inglese qualificata, mentre vanno avanti in Europa insieme a La Rochelle anche Clermont, Leinster (migliore della fase a gironi), Munster, Scarlets come prime dei propri gironi, cui si uniscono Tolone, Racing e Saracens come migliori seconde. Così i quarti di finale saranno: Leinster-Saracens, Scarlets-La Rochelle, Munster-Tolone e Clermont-Racing 92.

CHAMPIONS CUP – SESTA GIORNATA
Glasgow – Exeter 28-21
Montpellier – Leinster 14-23
Saracens – Northampton 64-14
Clermont – Ospreys 24-7
Benetton – Bath 28-47
Scarlets – Tolone 30-27
Munster – Castres 48-3
Leicester – Racing 20-23
La Rochelle – Harlequins 16-7
Wasps – Ulster 26-7

CHAMPIONS CUP – CLASSIFICHE 
Pool 1: La Rochelle 20; Ulster, Wasps 17; Harlequins 7
Pool 2: Clermont 22; Saracens 18; Ospreys 15; Northampton 6
Pool 3: Leinster 27; Exeter 15; Montpellier 13; Glasgow 7
Pool 4: Munster 21; Racing 19; Castres 12; Leicester 6
Pool 5: Scarlets 21; Tolone 19; Bath 18; Benetton 4

CHAMPIONS CUP – QUARTI DI FINALE
Leinster – Saracens
Scarlets – La Rochelle
Munster – Tolone
Clermont – Racing 92

Foto – Instagram/harlequins

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

7 commenti su “Champions Cup: la Francia comanda in Europa

  1. Le difficolta’ inglesi non sono una novita’ in coppa nella stagione post Lions.

    Nella stagione 2013-14 si qualificarono due inglesi alla fase ad eliminazione, Tiger e Saracens ma entrambe come migliori secconde e nel 2009-10 solo i Saints arrivarono ai quarti, di nuovo come una delle migliori seconde. Meglio ando’ nel 2006-06 con 3 inglesi e nel 2001-02 con due.
    Si dira’ “ma anche le altre home unions dovrebbero soffrire allora” ma non e’ cosi’, Irlandesi e Gallesi anche ora hanno dei player welfare scheme che aiutano non poco i giocatori a ritrovare la forma, ci vuole tempo ma e’ funzionale. Prendo ad esempio JAck MCGrath qua a Dublino ha avuto una prima parte di stagione molto complicata come conseguenza del tour, ma ora sta tornando ai suoi standard grazie ad una gestione molto oculata. Gli inglesi con i club non riescono ad avere questo tipo di gestione e quindi soffrono.

    Sui quarti ho scritto ieri, copio ed incollo:
    LEinster v Saracens: di tutte le squadre quella che avrei voluto evitare come la peste, han faticato nella pool ma con tantissimi infortuni che l’hanno colpita. Vero che danno un buon numero di giocatori al 6N come noi, e quindi non e’ detto che saranno a ranghi completi (ma neanche noi se e’ per quello) ma e’ una squadra che ha vinto le due ultime edizioni del trofeo e quindi nella fase ad eliminazione van presi con le molle. Hanno potenza e qualita’, ed una grande profondita’…ripeto avrei preferito pescare raing o Toulon a loro, squadre che reputo molto piu’ abbordabili. Comunque si preannuncia un gran bel quarto, si giochera’ a Lansdowne, gia’ deciso…ecco capisco l’;incasso ma la RDS e’ il nostro fortino, non ci avrei rinunicato cosi’ a cuor leggero. 17 nazionali per noi, 12 per loro chiamati al 6N, non pochi rischi quindi per uomini importanti.Quarto apertissimo.

    Clermont v Racing: partita di sicuro interesse quella tra le francesi, Racing che nei mesi sta crescendo ed ha ancora amrgini di crescita probabilmente. Potrebbe essere avversario molto indgesto per i Jaunards. Non sono sicruo come siano i tempi di rientro di alcuni oinfortunati eccellenti del clermont ma come per tutte le altre 6N che potrebbe tirar via uomini chiave, su questo il Racing con 9 convocati contro i 5 del Clermont nella francia rischia ovviamente qualcosa di piu’. Clermont per me favorito.

    Munster v Toulon: cliente non facile per il Munster, una squadra che puo’ sneza dubbio tenere il passo del Munster sul gioco fisico e di attrito. Taute difficilmente recuperera’, non so Bleyendaal ma questi son due giocatori chiave per il Mnster che secondo me mostrano un po’ di difficolta’ a variare il gioca senza questi due giocatori. Keatley si sta comportando bene ma non ha i colpi di Bleyendaal e Taute anche porta al tavolo qualcosa in piu’ di Farrell che comunque e’ in grande crescita.Con soli 2 giocatori al 6N il Toulon corre rischi minimi di trovarsi in difficolta’ per il quarto, Munster ben piu’ a pericolo coi suoi 10 convocati nella training squad. da vedere i rientri di Scannell (tallonatore) ed Arnold anche quando son programmati. Quarto apertissimo.

    Scarlets v La Rochelle: il quarto sulla carta “meno Nobile”, nessuna vincitrice di torneo e neanche finalista al contrario di tutti gli altri quarti, ma il quarto dove si affrontano due squadre che giocano un rugby estremamente interessante. Da dire che secondo me gli Scarlets nelle ultime due settimane han vinto piu’ grazie alla splendida difesa che al loro gioco d’attacco, difesa che secondo me era stata ben piu’ importante del loro attacco anche nella semi e finale di Pro 12 la scorsa stagione. La lroro vera crescita per me e’ proprio nella difesa e nei set pieces rispetto a quando erano una belli d avedere ma non vincenti. Han fatto un gran risultato a qualificarsi e come prima dopo aver perso le prime due, dimostrazione di grande tenuta mentale tra le altre cose. La Rochelle e’ l’altra faccia nuova del torneo questa stagione, e secondo me arrivano senza tante pressioni avendo gia’ sorpreso tutti. 15 Nazionali del 6N per i Gallesi, solo 3 per i Francesi…anche qua molto sbilanciata la cosa ed ovviamente Scarlets piu’ a rischio. PEr me comunque Scarlets favoriti.

    Risottolineo i giocatori impegnati nel 6N per ogni squadra, perche’ c’e’ poco da fare l’usura ed i possibili infortuni possono influenzare non poco:
    Leinster 17
    Scarlets 15
    Saracens 12
    Munster 10
    Racing 9
    Clemront 5
    La Rochelle 3
    Toulon 2

  2. Nell’anno post Lions mi sembra escano alla grande le celtiche più delle francesi. Leinster che fa una enorme impressione per profondità e maturità, tanto da dare a l’impressione di giocare col freno tirato. Scarlets che giocano a ritmi forsennati e difendono come mai si era visto da quelle parti, oltre ad attaccare come (purtroppo) già mostrato l’anno scorso. E con maggiore profondità in molti ruoli. Noi non siamo per niente a posto ma andiamo avanti e oltre le aspettative come piazzamento per il prosieguo. Abbiamo l’infermeria che si è abbastanza svuotata e GG finalmente in rampa di lancio da poter valutare se ci risolverà qualche rebus nel 15 e in panca, a partire da far tirare il fiato a Billy che ha un numero di minuti esagerato e ben oltre i limiti del welfare interno. Ecco, la gestione del minutaggio come ricorda stefo può essere una buona spiegazione per un post Lions al di sopra delle aspettative (almeno, le mie) e per a débâcle inglese. Leinster pesca malissimo se quelli recuperano un minimo del lazzaretto. Comunque giocare in casa è importantissimo, almeno fino alle semi che arrivano quando chi ne ha ancora si vede e senza scampo. Il welfare andrà a farsi benedire col 6N e la speranza è che alle celtiche (per me ovviamente soprattutto a Limerick) oltre alla dissipazione di energie fisiche e mentali non si riempiano di nuovo le infermerie. La delusione, almeno per me, è Ulster ma sarebbe stata improbabile una loro completa trasformazione in coppa rispetto al campionato. Kiss avrà il suo da fare per rendere accettabile una stagione in cui ha fatto piazza pulita di tutti i possibili presunti colpevoli. A parte lui stesso.

    1. Contino a pensare che andare a Lansdowne invece che restare alla RDS sia un errore nostro…il fattore campo viene diluito noin poco.
      Ulster: senza un pack all’altezza era dura…Moore e Murphy per la prossima stagione sono ottimi rinforzi, sperando per loro che Coetzee abbia pagato pegno alla sfiga. MAnca ancora una seconda alla Muller per me.
      Saluta intanto Lealiifano e arriva Donald…l’australiano ha fatto molto bene tranne ieri dove pero’ secondo me i problemi son nati da come sui BD sono stati massacrati dagli inglesi, Cooney ieri miracoli non ne ha potuti fare come invece in altre occasioni.

  3. Be’ le irlandesi mandano 2 su 3 ai quarti e Connacht ai quarti di Challenge. Gli Scarlets trovano una qualificazione che sembrava improbabile a metà cammino.
    Ovviamente, come nota Stefo, i quarti risentiranno del 6N, ma le francesi risentiranno anche del Top14, visto che lì la gestione non esiste. Credo che saranno delle belle partite, con Sarries e Toulon che se la vedranno in Irlanda e saranno acidi per loro, spero 😛
    La Scozia porta a casa un quarto in Challenge con Edimburgo, in casa e contro un avversario non irresistibile.
    (Notazione polemica e inutile, ma come al solito noi raccogliamo 0)

    1. Ma come? Raccogliamo una straordinaria promozione del rugby di club tedesco, e mica era facile. Dunque; russi, romeni, georgiani, tedeschi, tra un po’ spagnoli e portoghesi e poi la coppetta dei 400 talleri sarà uno dei più grandi e clamorosi successi nella promozione del rugby di club europeo. Al modico costo (ma mi sa che almeno il primo anno abbiamo pagato tutto noi) di una bella decina di milioni ben investiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *