Champions Cup: Treviso, il XV per battere Bath

Kieran Crowley ha annunciato la formazione che scenderà in campo domani pomeriggio a Monigo.

Domani pomeriggio, ore 18.30 allo Stadio Monigo, i Leoni biancoverdi affronteranno il Bath Rugby nel sesto ed ultimo round di European Rugby Champions Cup. La gara sarà arbitrata dal fischietto francese Pascal Gauzere insieme agli assistenti Maxime Chalon e Jean-Luc Rebollal.

Lo staff tecnico biancoverde cambia sette pedine rispetto al XV sceso in campo lo scorso weekend contro Tolone. La linea dei trequarti biancoverde vedrà il triangolo allargato composto da Ian McKinley ad estremo mentre sulle ali ci saranno Tommaso Benvenuti e Monty Ioane. La coppia di centri sarà formata da Luca Morisi ed Alberto Sgarbi. Linea mediana occupata da Tommaso Allan ed Edoardo Gori.

Il reparto degli avanti vedrà la prima linea composta dai piloni Nicola Quaglio e Marco Riccioni con Tomas Baravalle tallonatore. Seconda linea occupata da Irné Herbst e capitan Dean Budd. Infine Whetu Douglas, Sebastian Negri e Robert Barbieri completeranno il XV biancoverde.

BENETTON TREVISO
15 Ian McKinley, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Luca Morisi, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Edoardo Gori, 8 Robert Barbieri, 7 Sebastian Negri, 6 Whetu Douglas, 5 Dean Budd, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Tomas Baravalle, 1 Nicola Quaglio
In panchina: 16 Hame Faiva, 17 Alberto De Marchi, 18 Simone Ferrari, 19 Federico Ruzza, 20 Alessandro Zanni, 21 Abraham Steyn, 22 Giorgio Bronzini, 23 Luca Sperandio

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

2 commenti su “Champions Cup: Treviso, il XV per battere Bath

  1. Immagino che Banks sia fuori visto che durante il 6 N corre il rischio di essere da solo, nel ruolo.
    Lazzaroni e Barbini ancora fuori e penso sia per lo stesso motivo di Banks, nonostante abbiano giocato con il contagocce ultimamente .
    Trequarti quello che passa il convento, basta uno, due infortuni e le scelte non ci sono più’.
    In seconda ancora il barbuto Herbst, o come si chiama …speriamo sia finito l’ambientamento.
    Brutto a dirsi, ma partita che non conta niente , e, se si vogliono recuperare i punti ad Edimburgo, in Pro 14, primo comandamento non farsi male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *