Mercato: Tolone, il prossimo colpo è Kaino?

Con l’addio annunciato di Vermeulen si fa sempre più concreta l’ipotesi dello sbarco del forte All Black alla corte di Mourad Boudjellal.

Potrebbe essere Jerome Kaino l’ultimo colpo di Mourad Boudjellal e del suo Tolone. Con l’addio di Duane Vermeulen a fine stagione, infatti, si libera un posto in terza linea e il club di Top 14 starebbe per far firmare un contratto al fortissimo All Blacks. “Vermeulen se ne andrà e verrà sostituito da un giocatore di livello mondiale che annunceremo nelle prossime 48 ore” ha dichiarato Boudjellal.

Jerome Kaino, nato a Tutuila il 6 aprile 1983, è flanker dei Blues e campione del mondo 2011 e 2015 con gli All Blacks. Inizialmente dedito al XIII nelle file dei Papakura Sea Eagles, passò al XV per continuare a giocare con i suoi nuovi compagni di scuola. Incluso nella squadra degli All Blacks in tour in Europa nel 2004, vestì per la prima volta la maglia della Nazionale maggiore il 4 dicembre a Twickenham per un incontro con i Barbarians, mentre il debutto internazionale fu un anno e mezzo più tardi, nel giugno 2006, contro l’Irlanda ad Hamilton. In carriera ha vestito 81 volte la maglia degli All Blacks.

Foto – Instagram/jeromekaino

Duccio Fumero

Giornalista professionista tuttofare. Il suo amore per il rugby nasce dal mix, pericoloso, di tre passioni: la bellezza del gioco, l’Irlanda e la birra. Per dieci anni ha curato il blog Rugby 1823 all'interno della piattaforma editoriale Blogo.

Ti potrebbe anche interessare

3 commenti su “Mercato: Tolone, il prossimo colpo è Kaino?

  1. Letti i nomi che approderanno nella rugbysticamente ricca (di danari oltre che di campioni) Inghilterra, visti quelli che la rugbysticamente ricchissima (di danari) Francia già ha e a cui iniziano ad aggiungersi altri, verrebbe da dire: “Le Franchigie Italiane non parteciperanno alla Champions per manifesta inferiorità (di danari – ma anche di talenti -)”.
    Invece non vedo l’ora che, in alternativa le Zebre ma preferibilmente il Benetton, battano anche una sola e di solo un punto queste squadre monstre. Magari all’ottantaseiesimo.
    Che gusto (anche solo sognarlo).

  2. Duane e Kaino intanto non sono per niente sovrapponibili, poi se ne va uno di 32 e arriva uno di 35. Dopo il capolavoro messo su ai tempi di Wilkinson, in questi ultimi anni spendono e spandono ma la quadra l’han mai più trovata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *